ANCORA PIÙ PRESTIGIOSA LA GIORNATA NAZIONALE DELLA CULTURA DEL VINO E DELL’OLIO AIS 2016

 

 

Gentili colleghi,

È passato un lustro dalla prima Giornata, celebrata il 21 maggio 2011. Anno dopo anno si sono rinnovati gli incontri su tutto il territorio nazionale, ogni regione d’Italia ha individuato i luoghi più rappresentativi, gli interlocutori più qualificati e i produttori in grado di riassumere nei propri vini le caratteristiche del territorio. Parallelamente al livello qualitativo degli eventi, è cresciuto l’apprezzamento da parte di un pubblico sempre più vasto e trasversale, composto da addetti ai lavori e soprattutto da consumatori consapevoli. Le ultime edizioni si sono arricchite di un altro protagonista, oltre al vino, che rappresenta a buon titolo il patrimonio culturale mediterraneo e italiano: l’olio di oliva.
La presentazione della Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio, giunta alla sesta edizione, avrà luogo il 17 maggio a Roma presso la Sala Cavour, il cosiddetto “Parlamentino” di via XX Settembre 20, sede del Ministero per le Politiche Agricole. Insieme al Vice Ministro Andrea Olivero e al Presidente Nazionale dell’AIS Antonello Maietta, saranno presenti autorevoli rappresentanti delle istituzioni patrocinanti, a sottolineare il valore di questo nuovo percorso comune. La stampa potrà accreditarsi esclusivamente online sul sito www.aisitalia.it.
“La Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Oliodichiara il Presidente Antonello Maietta –, beneficia di tre fondamentali patrocini da parte di MIPAAF, MIBAC e RAI. Nelle intenzioni comuni questo riconoscimento rappresenta una fattiva volontà di collaborazione che si concretizza con l’efficace partecipazione del Dipartimento ICQRF (Ispettorato Centrale Controllo Qualità e Repressione Frodi) agli eventi regionali, nei quali quest’anno sarà trattato il delicato tema dell’etichettatura, di vino e olio in particolare”. Anche alla luce delle recenti disposizioni comunitarie, l’etichetta rappresenta per i consumatori lo strumento principale di accesso alle informazioni su provenienza e caratteristiche del prodotto, fondamentale per una scelta corretta e consapevole, mentre i produttori possono esprimere attraverso di essa le proprie peculiarità in tema di materie prime utilizzate e metodologie produttive.
Le 162 Delegazioni AIS organizzeranno in tutta Italia eventi, incontri, dibattiti e visite, in collaborazione con più di 2.000 produttori di vino e olio, 140 specialisti e docenti, oltre ai funzionari dell’ICQRF. Le 22 sedi scelte saranno tutte di grande valore storico-culturale, fortemente connotate con il territorio di appartenenza e rappresentative della tradizione mediterranea e della cultura enoica e olearia, spesso con aspetti inediti al grande pubblico. Sarà una grande occasione per rappresentare la cultura del vino e dell’olio, sottolineando la storia, le infinite varietà, tipologie e tipicità che il territorio nazionale esprime, con la forza dei 35.000 Sommelier AIS, ambasciatori di un sapere e di un patrimonio unico al mondo per ricchezza e complessità.
 

Un caro saluto a tutti e viva l’Associazione Italiana Sommelier!

Con sincero affetto,

Alex Molinari.
 

PROSSIMI EVENTI

Nessun evento in programma

IN PRIMO PIANO

GLI ARTICOLI PIÙ COMMENTATI

365Magazine

CERCA NEL SITO